Archivio dell'autore: om

James Hillman, intervista di Silvia Ronchey

“In quel giardino io ero nella Psiche, mi accorgevo che tutto era psicologia intorno a me, tutto parlava psicologicamente. Il mondo è come un giardino in quanto si manifesta; è un mondo di cose come alberi, sentieri, ponti; è anche un mondo di intuizioni, di metafore, di insegnamenti – a disposizione di ogni anima che passa – dati con la facilità dei riflessi sul lago: il giardino rende più intellegibile e più bella l’interiorità dell’anima.”

(James Hillman)

Cosa dicono i nostri sogni?

Schermata 02-2456338 alle 10.40.02 AMCosa dicono di noi i nostri sogni.

Comprendere il linguaggio dei sogni e capire cosa svelano del nostro “carattere”.

Con Diego De Gottardi psicoterapeuta
martedì 12 marzo 2013 ore 20.00
presso la Fondazione Uriele Via S. Gottardo 51b – Massagno
Entrata libera

Dopo una breve esposizione del tema sarà dato spazio ad approfondimenti o domande inerenti il tema stesso e soprattutto, per chi lo vorrà, per portare sogni da “leggere” assieme.
Il linguaggio dei sogni è fatto di immagini e simboli con molteplici significati non riducibili al pensiero lineare. Le immagini del sogno possono essere nette, avere forme
chiare, ma mostrano sempre più facce: quando descriviamo il sogno abbiamo spesso la sensazione che non fosse proprio così. Imparare a tradurre il linguaggio dei sogni getta
un ponte fra il giorno e la notte: bisogna adattare il nostro linguaggio per cogliere senza tradirlo, il senso del sogno. Attraverso le figure e le situazioni del sogno la psiche ci
comunica la sua “condizione”. Il sogno ci mostra dove siamo, ci indica che cosa stiamo facendo, ma non dice che cosa dobbiamo fare.

Questo è il nostro compito, da svegli.